Come un fiume. The Ska faces

Germania 2015 – 35′

Lo Ska è un genere musicale amato da molti sebbene ignorato dai più.

Per i veri appassionati questo non è un problema, anzi un segno di distinzione. Perché mods, skinheads e rudeboys oltre alla musica sono accomunati da un'altra cosa: il rifiuto verso il conformismo della società in cui vivono, dove contano ricchezza, apparenza e l'essere sempre alla moda.

Loro invece adottano uno stile originale: polo accollata, occhiali da sole, calzoni a tubino per i mods; abbigliamento più ”minaccioso” per gli original skins: anfibi ai piedi, bretelle, teste rasate e tatuaggi. Spesso vengono scambiati per attaccabrighe violenti e razzisti. Ma è davvero così?

In un viaggio che parte da Piazza Statuto a Torino e si conclude a Trieste, il cortometraggio Come un fiume, diretto e autoprodotto da Alessandro Melazzini, creatore di SkabadiP (1999-2005), la prima rivista web italiana di musica Ska e Rocksteady, ci proietta nella vita di Oskar, cantante del gruppo Statuto, tifoso granata e portavoce della scena Mods italica, di Tommaso, rudeboy contrabbassista nella band The One Droppers, di Sergio, avvocato e appassionato milanese, del giovane skinhead Emiliano e dei suoi amici mod triestini.

Un vivace percorso musicale nel mondo delle culture giovanili legate ai ritmi giamaicani che stupirà lo spettatore rompendo le barriere degli stereotipi e dei pregiudizi.

Vedi il film

Poiché il documentario è un regalo agli appassionati della musica in levare, è visibile e distribuibile da tutti gratuitamente via Internet.

Con l′aiuto di

Festival

La premiere di Come un fiumesi è tenuta presso lo UNERHÖRT! Festival Hamburg 2015. 

Per saperne di più